Sei interessato a OpenLabs? Iscriviti

Programma Conferenze

  • Sabato 26 maggio 2018

Auditorium B. Touschek

Ingresso libero fino ad esaurimento posti (max 280).
Pierluigi Campana
Direttore LNF

Il 30 Marzo scorso si è conclusa la quasi ventennale esperienza di presa dati dell'esperimento KLOE dei Laboratori Nazionali di Frascati. Ripercorreremo le tappe fondamentali di questa avventura, dal punto di vista della costruzione, delle operazioni e degli importanti risultati scientifici ottenuti.

Fabio Bossi

Siamo abituati a immaginare il mondo della scienza come qualcosa di freddo, nel quale la creatività non gioca alcun ruolo e al contempo crediamo che quello dell’invenzione creativa sia il regno della fantasia più sfrenata. Ma è proprio così? Ci avventureremo in un viaggio a cavallo tra scienza e fantascienza, per scoprire quanto i due ambiti spesso si siano toccati e reciprocamente influenzati lungo il corso degli anni.

Licia Troisi

Un genio, un mago addirittura, di cui era impossibile ripetere le gesta. O forse no, forse era solo per metà genio e per l'altra buffone, così dicono. Per Richard Feynman, premio Nobel per la fisica nel 1965, le iperboli si son sprecate e tutte hanno contribuito ad alimentarne il mito. A cento anni dalla nascita proveremo a scoprire come e perché è diventato uno degli scienziati più popolari di sempre.

Giuseppe Liberti

Il sito divulgativo dell’INFN ScienzaPerTutti premierà le scuole che hanno partecipato al XIII Concorso Nazionale INFN dal titolo "Le Onde". I vincitori presenteranno i loro elaborati e saranno premiati dalla redazione di ScienzaPerTutti.

Nel luglio del 2012 gli esperimenti ATLAS e CMS, installati al CERN di Ginevra sull'acceleratore LHC, annunciano l'avvistamento di una particella che i fisici cercano da decenni: il bosone di Higgs, il tassello mancante della teoria che descrive il comportamento di tutte le componenti elementari della materia. È stata una caccia lunga quasi cinquant'anni: Peter Higgs e compagni immaginano l'esistenza di questa particella nel 1964, per trovare la quale serviranno poi 48 anni di ricerche, e l'esperimento scientifico più grande della storia. Cosa sono dunque queste fantomatiche “particelle elementari”? A cosa serve il bosone di Higgs? Che relazione ha con la nostra esperienza di tutti i giorni? E cosa c'è ancora da cercare e comprendere del mondo microscopico, ora che l'acceleratore LHC si prepara a ripartire? Proveremo a capirlo con un bicchiere d'acqua, un foglio di carta e una forbice, e un mucchietto di mattoncini LEGO.

Marco Del Mastro

Che cosa è il carbonio-14 e come mai se ne sente sempre parlare a proposito di datazioni? Parleremo di questo particolare atomo di carbonio, del perché si può usare per le datazioni e di come facciamo a individuarlo e contarlo con un piccolo acceleratore di particelle.

Mariaelena Fedi

Il seminario tratterà dei compiti del Reparto Investigazioni Scientifiche a partire dall’analisi della scena del crimine, dal sopralluogo al repertamento, per poi passare ad attività di laboratorio quali: rilevazione di impronte, Chimica, Balistica, Biologia, Grafica, Fonica. L’intervento affronterà inoltre i più recenti sviluppi tecnologici nei singoli settori di indagine tra cui: nuovi metodi analitici, banche dati, progetti internazionali.

Ten. Col. Sergio Schiavone

Un buco nero è un oggetto in cui la forza di gravità è così intensa che nemmeno la luce riesce a sfuggire all’abbraccio mortale. Ma cosa accade all’interno di un buco nero, e’ vero che, una volta che si oltrepassa l’orizzonte degli eventi, non c’e’ piu’ scampo? Questa conferenza, un omaggio a Stephen Hawking, vi portera’ nel mondo affascinante di questi misteriosi oggetti: la radiazione di Hawking, il paradosso dell’informazione e gli ultimi lavori di Hawking, che sosteneva che i buchi neri non sono calvi, come si pensava (i buchi neri non hanno capelli), bensi’ che dai buchi neri si puo’ sfuggire: “qualcosa sfugge, come capelli soffici” La strada per capire i misteri dei buchi neri è ancora lunga e tortuosa, e il premio alla fine della corsa sarà, si spera, una nuova teoria nella quale la relatività generale verra’ unificata con la fisica quantistica, che potrebbe cambiare il modo in cui vediamo l’Universo.

Catalina Curceanu